Creativaconcc, copywriter freelance "pratica"

Il blog "creativaconcc" - selezione di notizie, idee e opportunità nel campo della scrittura - è un'iniziativa di Simona Cremonini, copywriter/editor/addetta stampa libera professionista.
Come creativaconcc (ovvero "creativa con conto corrente") sono costantemente disponibile per nuove collaborazioni con agenzie di comunicazione, case editrici, redazioni giornalistiche, enti, aziende, autori e professionisti nei campi della scrittura pubblicitaria, redazione testi, ufficio stampa, editing, correzione bozze, oppure per l'organizzazione di eventi letterari (festival, corsi, presentazioni).

Per preventivi potete visitare il sito personale oppure scrivermi a creativaconcc@simonacremonini.it


mercoledì 23 gennaio 2008

[Step] I Mac

Un piccolo passo per la creativaconcc, un grosso passo per il conto corrente...
Da ieri un MacBook Pro è entrato in famiglia!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Alla fine l'hai preso.
Yuppi! ;-)

Ian

riaku ha detto...

alla fine non è una grossa spesa, dai: se si ha una partita iva è possibile noleggiarlo con una specie di leasing e pagarlo poche decine d'euro al mese. lo so perché dove lavoro l'abbiamo preso: per i lavori di grafica/editoria è indispensabile. ciao.

Anonimo ha detto...

"indispensabile" è una parola grossa. I nuovi Mac sono dei PC, punto e basta. Hanno processorel memoria e scheda video da PC. Windows Vista èun ottimo sistema operativo alla pari di Leopard, che anzi ha più bug. Senza considerare che programmi d'impaginazione come InDesign sono nati su e per PC, e poi convertiti (e non troppo bene) su Mac. Insomma, io lavoro tranquillamente di DTP con i PC e non ho mai avuto un problema. ciao

riaku ha detto...

abbi pazienza, non è mia intenzione né fomentare uno sterile flame, né tanto meno iniziare una discussione con a tema "l'informatica sul posto di lavoro" (né assumere posizioni d'idolatria pregiudiziale verso l'uno o l'altro prodotto, e questo sia molto molto sottolineato), ma secondo me windows vista è un pessimo sistema operativo, essendo pieno di inutility, richiedendo hardware molto potente per funzionare bene, limitando la libertà dell'utente ed essendo comunque esposto a virus, malware, e ad altre noie del genere proprio come i suoi predecessori.
per quanto mi riguarda, nel momento in cui devo usare un sistema operativo microsoft, preferisco sempre lavorare su xp, che comunque è ugualmente affidabile (ovvero leggi: ha bisogno di programmi esterni per funzionare a dovere) ma più leggero e veloce.
di macosx (che io ho provato in versione prima tiger poi leopard), invece, non so proprio cosa dirti, perché lo uso da poco tempo e comunque non è un sistema operativo in cui è possibile "frugare" o "smanettare" più di tanto.
la superiorità del mac (in campo professionale) è dovuta principalmente al fatto che il sistema è stabile, il calcolatore è silenzioso e compatto, l'assistenza è buona, la resa dei monitor è eccellente (come luminosità, risoluzione, resa dei colori, "ariosità"), all'inizio metti la spina, installi i programmi utili, vai e non ci pensi più. programmi come photoshop o xpress, rendono assai meglio che sul pc, parlando in termini di tempo d'elaborazione e qualità visiva. questo (purtroppo) è innegabile, e ti invito (non tanto per scopi professionali ma proprio per un fattore-conoscenza tuo personale) a fare dei confronti diretti tra un pc e un mac, per notare da solo le differenze, i pregi e i difetti di entrambi i modi di "fare calcolatori"...
in più, credo sia errata la tua asserzione per cui "i nuovi mac sono dei pc", perché (purtroppo, ridico, purtroppo) la apple richiede alla intel processori particolari che non è possibile trovare altrove sul mercato.
comunque, anche la apple non è la Salvezza in Terra, e i suoi prodotti non sono perfetti (ci sono delle falle che non ti sto a dire anche sul nostro mac al lavoro), il costo di alcuni loro prodotti è TROPPO elevato, ed è disgustosa la loro politica di marketing, ma d'altra parte tra apple e microsoft non mettiamoci a stimare chi è più squalo di chi perché davvero non c'usciamo più e non arriviamo a niente che non sia già palese e scontato.
insomma, in conclusione: nel caso di fotografi, editori, grafici, etc, io credo che il mac sia proprio indispensabile, ti ripeto (se questo è il tuo caso, provalo e poi fammi sapere cosa ne pensi);
nel caso di utenza media che richiede solo calcolatori per navigare, scrivere o mandare mail, ci sono ottime soluzioni linux in circolazione;
e per il resto, se non si ha voglia di cambiare/impazzire, e se il lavoro proprio non lo richiede con forza, allora tanto vale rimanere a windows (possibilmente xp, aspettando poi windows 7 che dovrebbe essere rilasciato il prossimo anno) e non starci a pensare troppo sopra.
ciao, buon proseguimento.

ps. sarei curioso di sapere, però, a questo punto, perché la creativaconcc si è voluta dotare di un mac: creativaconcc, perché ti sei voluta dotare di un mac?

creativa_con_c/c ha detto...

Dài picchiatevi, voglio vedere un po' di sangue!
Mai avrei pensato che la sfida Mac-Windows avrebbe provocato una discussione su questo blog, che non parla certo di informatica ad alti livelli!

Credo che quando uno compra un pc fa le sue valutazioni.
Io le ho fatte - negli ultimi mesi, non è stata una scelta fatta in un giorno - in base alle attività che faccio e per le quali il pc mi serve, in base ai consigli di amici che usano Mac, in base all'esperienza con Windows, e ho deciso per un Mac in base a quello che devo fare con il pc.
Volevo anche imparare cose nuove e mi è parso che fosse tempo di imparare a lavorare anche su sistemi operativi diversi da Windows.

Be', non ultimo ho guardato i prezzi che ci sono in giro, naturalmente... Un computer è ancora una grossa spesa, non riesco proprio a capire come alcuni possano spendere certe cifre solo per giocarci!